Mindfulness

Il mio approccio

Sin da piccola ho desiderato conoscere il perchè delle cose indagando le intenzioni nascoste dietro i piccoli gesti. Ho studiatoviaggiato tanto sperimentando come ci si relaziona con altri esseri umani a prescindere da nazionalità, genere, lingua parlata e credenze religiose.

 

Oggi quelle preziose esperienze sono al servizio della mia professione.

La meditazione allena in me e nei miei pazienti la disciplina, la tolleranza e la gentilezza, la psicoterapia della Gestalt mi fornisce strumenti per lavorare con la creatività e con le emozioniSono una praticante di parkour da molti anni, questa complessa disciplina mi insegna costantemente come oltrepassare i limiti mettendo alla prova i miei desideri. Il mio approccio alla vita, e quindi anche alla mia professione, ne è fortemente influenzato.


La mia propensione riguarda l’aspetto del benessere individuale inteso nella sua globalità e complessità: mente, corpo e spirito

Ho studiato presso l'università "La Sapienza" di Roma conseguendo la laurea di I livello in Psicologia dello Sviluppo e dell'Età Evolutiva, con una tesi sperimentale che voleva indagare gli effetti di un training di meditazione di Mindfulness e di Metta, sulla variazione di ansia, stress ed emozioni. Successivamente ho studiato presso l'"Università degli Studi di Torino" conseguendo la laurea magistrale in Criminologia con una tesi sperimentale che voleva indagare gli effetti del pregiudizio nei confronti di un soggetto Italiano ed uno Rom rispetto ad un crimine di moderata efferatezza.

Ho poi seguito un Master in "Psicopatologia dello Sviluppo e dell'Apprendimento".

La mia esperienza professionale si è svolta prevalentemente nelle comunità di educazione e riabilitazione per le dipendenze da sostanza, e nel campo delle disabilità attraverso delle attività di Ippoterapia (terapia a mezzo cavallo) e laboratori di psicomotricità con bambini autistici attraverso l'attività del parkour.